Traduzione letteraria per i più giovani

 Categoria: Traduzione letteraria

La letteratura è sicuramente il campo più interessante e appetibile per i traduttori letterari professionisti. Coloro che scelgono questa affascinante strada di solito sono follemente innamorati del linguaggio e della linguistica, in tutte le loro accez.ioni ed espressioni, nonché lettori insaziabili che si appassionano a qualsiasi tipo di genere letterario. C’è forse un traduttore letterario che non ha mai sognato di lavorare su un best-seller, magari del suo autore preferito?

Ma quali sono le difficoltà legate alla traduzione di testi rivolti a bambini e ragazzi?
Il settore della traduzione letteraria è molto ampio e si divide in sottocategorie precise: letteratura romantica, saggi, letteratura per bambini ecc. Quest’ultima categoria è un genere a parte perché ha delle esigenze contenutistiche ben precise. Ma ha soprattutto un’esigenza in termini linguistici e stilistici. La letteratura per bambini, infatti, comprende generi molto diversi in base alle fasce d’età, così l’offerta dei libri proposti è estremamente variegata. Un autore che scrive libri per adolescenti non saprà per forza creare storie adatte ai bambini in età prescolastica. Stessa cosa per il traduttore letterario, che può specializzarsi nella traduzione di racconti per adolescenti o magari di libri per bambini molto piccoli.

Le caratteristiche di questi testi sono molto evidenti ed è facile capire perché questa letteratura sia così «specializzata»: un romanzo adatto alla fascia d’età 12-14 anni deve essere di facile leggibilità e proporre un vocabolario che rifletta il modo di parlare degli adolescenti, mentre un libro per bambini deve offrire un linguaggio semplice o didattico, spesso sotto forma di poesia o filastrocca. Nella letteratura per bambini nessun elemento è lasciato al caso: i nomi dei personaggi, per esempio, sono spesso scelti dall’autore in base alle loro caratteristiche. In molte lingue le rane hanno nomi che contengono la sillaba «cra», per ricordare il verso che producono. Nei romanzi per i più grandi, i personaggi «cattivi» o anticonformisti spesso si chiamano Alex, nome che viene da a-lex e che significa «senza fede né legge».

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo pubblicato il 15 gennaio 2018 sul blog dell’agenzia Traduction-In

Traduzione a cura di:
Daniela Di Lisio
Traduttrice
Milano