Traduzione e linguaggio HTML

 Categoria: Traduzione di siti web

Fino a una decina d’anni fa la traslitterazione di parole appartenenti ad alfabeti diversi causava non pochi problemi alle povere agenzie di traduzione. Il Project Manager di turno si metteva le mani nei capelli quando un cliente richiedeva ad esempio di tradurre un documento contenente una parte in russo, una in arabo, una in cinese, una in italiano e una in greco (lingue dalla grafia molto diversa fra loro).
Fortunatamente la tecnologia ancora una volta ci venne incontro e qualcuno creò il linguaggio informatico HTML, tuttora uno dei linguaggi più importanti per la creazione di pagine web.
Oggigiorno la traslitterazione non è più un problema, ma all’epoca l’HTML compì una piccola rivoluzione fornendo una serie di strumenti che permisero di risolvere molto facilmente ciò che fino a poco tempo prima era costosissimo sia in termini di tempo che di denaro.

Questo linguaggio crea un ambiente virtuale che permette l’uso di varie copie di uno stesso documento con la sostituzione di caratteri tra lingue secondo alcune regole predeterminate di associazione. Il traduttore può così creare un documento con una serie di parole in una lingua e la loro traslitterazione immediata in un altra.
Uno dei grandi vantaggi di questo linguaggio e delle sue varianti (HTML dinamico, javascript, ecc.) è che non è necessario essere programmatori informatici per utilizzarlo con una certa scioltezza. Basta imparare ad usare appositi editor molto intuitivi e la cui gestione è molto simile a quella di qualsiasi editor di testi come ad esempio Word. In HTML si possono inoltre creare indici che ci permettono di realizzare ricerche istantanee, in un unico documento o in documenti diversi. I link ipertestuali rendono possibile ciò con un’efficacia e una rapidità straordinarie.