Traduzione di siti web (3)

 Categoria: Traduzione di siti web

< Seconda parte di questo articolo

Come si traduce un sito web?
A seconda del budget a disposizione e delle intenzioni generali dell’azienda, ci sono due modi per tradurre un sito web e per fare una localizzazione: con un approccio fai-da-te e con una collaborazione con specialisti ed esperti nel settore della linguistica.

Vediamo in breve ognuna di queste opzioni:

L’approccio fai-da-te
Se si ha la conoscenza necessaria per produrre traduzioni affidabili e di buona qualità, allora è possibile farlo da soli. Tuttavia, non è un approccio che raccomanderemmo poiché necessita di una conoscenza specifica di due ambiti opposti fra loro: linguaggio e tecnologia del web.

La maggior parte dei siti web usa uno speciale linguaggio di programmazione (come Python, ad esempio) per creare diverse versioni linguistiche dello stesso sito che saranno poi disponibili in base alla posizione di ogni utente. Sebbene imparare a usare Python online non sia complicato, serve comunque una conoscenza tecnica della distribuzione delle risorse, dei server del web, e molto altro.

L’approccio fai-da-te funziona solo quando si gestisce un piccolo sito web o si creano pagine di destinazione indipendenti per lingue che si conoscono molto bene. Altrimenti, se il sito è più grande (come una piattaforma di e-commerce) o si usano strumenti di traduzione automatizzati (come Google Translate), le possibilità di avere successo sono praticamente nulle.

Approccio di collaborazione professionale
Sei disposto/a a investire in un solido reparto marketing, vero? Sei anche pronto/a a reclutare persone per studiare il mercato in cui vuoi entrare. Quindi, sarebbe poco saggio non considerare anche una collaborazione con un’azienda di traduzione e localizzazione competente!

È anche importante tenere a mente che si avrà bisogno delle traduzioni dei contenuti del sito, dei prodotti, dei materiali di marketing, e dei documenti legali (per contratti, accordi, leggi sul lavoro, e altro ancora). Pertanto, sarà necessario l’aiuto di linguisti con competenze diversificate.

La buona notizia è che ci sono strumenti specializzati che possono aiutare ad automatizzare il processo di traduzione su una piattaforma e-commerce. Questi strumenti collegano i traduttori con la tua piattaforma e danno loro accesso al contenuto da tradurre o da modificare. Quindi, non c’è nessun intermediario che invii il contenuto al traduttore e che poi lo pubblichi sul sito.

Quarta parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da Cristina Par e pubblicato su Speakt

Traduzione a cura di:
Erica Mele
Lecce