Le prime dieci lingue del web

 Categoria: Traduzione di siti web

Nell’articolo del 18 febbraio abbiamo pubblicato l’elenco delle venti lingue più parlate nel mondo in assoluto. In detta occasione abbiamo fatto una breve riflessione sulle logiche di mercato e sulle strategie imprenditoriali che potrebbero risultare vincenti alla luce dei dati presentati.
I dati che presentiamo in quest’articolo sono strettamente collegati a quelli pubblicati mesi fa, ma molto più mirati. Il numero assoluto di parlanti di una lingua è un dato sicuramente importantissimo, ma lo è ancor di più il numero di parlanti delle lingue più utilizzate dagli utenti di internet.
Sebbene l’uso di internet non sia certo l’unico criterio da tenere in considerazione per “misurare” le potenzialità economiche di un paese, è indubbio che il numero di navigatori fornisca una chiara indicazione circa le possibilità di business offerte dalla rete. Per chiarire il concetto che vogliamo esprimere citiamo un semplice esempio.
Il bengalese, con 190 milioni di parlanti madrelingua, si trova al sesto posto assoluto nella classifica delle lingue più parlate del mondo, ma è del tutto assente in quella delle prime dieci lingue del web. A meno che un’impresa non abbia un canale commerciale già aperto verso il Bangladesh o progetti di aprirne uno entro breve tempo, probabilmente non ha molto senso che traduca il suo sito internet in questa lingua.
Al contrario, è sicuramente da valutare l’ipotesi di tradurlo nelle lingue presenti nella lista sottostante, visto il numero di utenti del web (e quindi potenziali clienti) che parlano tali idiomi.
Secondo Internet World Stats, il vostro sito internet potrebbe essere compreso nell’83% del mondo se venisse tradotto nelle seguenti lingue:

1. Inglese: 478 milioni di utenti web
2. Cinese: 383 milioni
3. Spagnolo: 137 milioni
4. Giapponese: 96 milioni
5. Francese: 79 milioni
6. Portoghese: 73 milioni
7. Tedesco: 65
8. Arabo: 50 milioni
9. Russo: 45 milioni
10. Coreano: 37milioni

*Altre lingue: 290 milioni