Regole per i traduttori

 Categoria: Traduttori freelance

1. Sii sempre uno scrittore mentre traduci, e ogni volta che te ne dimentichi, ricordatelo.

2. La cosa più importante nella struttura di una frase è l’ordine in cui vengono trasmessi i vari pezzi dell’informazione.

3. Se il testo originale non è ben scritto, sei fregato; sentiti libero di disperarti.

4. Se l’originale è ben scritto, assicurati di aver capito esattamente cosa lo rende un buon testo, cioè quali sono i tratti caratteristici dello stile di questo scrittore. Azzeccare il tono giusto è fondamentale.

5. Alzati dal tuo computer almeno una volta ogni ora per stiracchiarti e camminare. Se stai traducendo mentre sei in uno stato di torpore, non andrà a finire bene per nessuno.

6. La fonte più importante che puoi avere è il tesauro internazionale Roget’s. Indicizzato, non in forma di dizionario. Sì, fa la differenza. E no, non esiste un dizionario di sinonimi disponibile online che possa reggere il confronto con un buon Roget’s.

7. No, non va ancora abbastanza bene, continua a correggere.

8. Non posso crederci che tu me lo stia chiedendo di nuovo. Continua a correggere.

9. Leggi tutto ciò che traduci ad alta voce, preferibilmente ad un ascoltatore che ama i libri e che aggrotterebbe le sopracciglia se una frase suonasse strana.

10. Leggi tanti, ma tanti libri meravigliosi in ogni momento in modo da riempire costantemente la tua mente con le cadenze della grandezza letteraria.

11. Ricorda che, per quanto sia difficile, tradurre dovrebbe essere divertente; se ti ritrovi costantemente a non divertirti mentre traduci, perché non provi qualcos’altro che ti faccia anche guadagnare dei soldi?

Fonte: Traduzione libera dell’articolo scritto da Susan Bernofsky & Hala Salah Eldin Hussein e pubblicato sul sito Arablit