6 momenti importanti nella storia della traduzione

 Categoria: Storia della traduzione

.

Da Babilonia all’era di Internet, i traduttori hanno sempre svolto un ruolo importante in ogni evento storico significativo. I professionisti delle lingue hanno permesso a diversi paesi di comunicare, risolvendo così questioni importanti o discutendo vari argomenti. Ma, come sappiamo, le parole e i fatti rimangono e gli importanti intermediari sprofondano nel nulla storico.
Per questo abbiamo deciso di focalizzare la vostra attenzione su alcuni eventi importanti, che hanno segnato le persone che si occupano di una delle professioni più antiche al mondo: la traduzione.

382
Nel 382 il papa Damaso incarica il principale studioso biblico dell’epoca, San Girolamo, di fornire una traduzione della Bibbia ed è così che fu prodotta la Vulgata, la versione latina canonica della Bibbia usata nella chiesa cattolica.
Oggi San Girolamo è venerato come il santo patrono di traduttori e studiosi. 1372
Al ritorno in Inghilterra dall’Italia, dove fu inviato come ambasciatore, Geoffrey Chaucer riportò i manoscritti di Dante, Petrarca e Boccaccio.
Chaucer parla correntemente due lingue: inglese e francese; e sebbene non possiamo definirlo un tipico traduttore, ha sicuramente apportato un contributo rilevante all’acquisizione dei classici da parte dei suoi contemporanei.
Secondo alcune fonti, a causa delle sue prime opere letterarie e traduzioni, nel 1374 Chaucer ricevette un premio dal re Edoardo III - “un gallone di vino al giorno per il resto della sua vita”. Ciò significa circa 4 litri e mezzo – ogni singolo giorno!

1519
Quest’anno, La Malinche, nota anche come Donna Marina, fu portata in Spagna. La Malinche fu traduttrice, concubina e confidente di Hernan Cortes. Divenne la sua traduttrice durante la conquista spagnola del Messico.
Già prima, aveva imparato lingue diverse, dopo essere stata venduta come schiava a seguito della morte di suo padre. Traduttrice da quasi dieci anni, è descritta nella cultura popolare come una traditrice, affamata di sesso e ricchezza. Menzioniamo questo fatto perché questa reputazione duratura della Malinche evidenzia la natura complessa della traduzione in quanto collegamento tra gruppi in conflitto con obiettivi contrastanti.

1535
William Tyndale fu arrestato e imprigionato per un anno prima di essere giustiziato per eresia. Era una figura chiave nella Riforma protestante; fece una nuova traduzione della Bibbia e fu questa traduzione in particolare, a portare alla sua morte prematura. La sua traduzione è considerata la prima testimonianza di caso di traduzione biblica in inglese che attinge direttamente da testi ebraici e greci.

1680
Il leggendario poeta inglese John Dryden promuove l’approccio alla teoria della traduzione per distinguere tra tre tipi di traduzione: letterale (letteralmente al testo), parafrasata (aderendo al significato, non alla formulazione esatta) e imitazione (ricostruzione del testo con un approccio creativo). Queste formulazioni hanno avuto origine nell’antica Grecia, ma Dryden è colui che le introduce nella teoria moderna della traduzione.

1945
Il processo di Norimberga segna l’inizio dell’ordinario utilizzo della traduzione simultanea nelle conferenze diplomatiche. Durante il processo viene eseguita la traduzione in quattro lingue.
Durante la seconda guerra mondiale, il tempo è essenziale e questo porta alla necessità per i traduttori di lavorare quasi in tempo reale, con l’aiuto di cuffie e microfoni

Fonte: Articolo pubblicato il 28 Settembre 2016 sul sito Mitra Translations

Traduzione a cura di:
Dott.ssa Barbara Simari
Traduttrice EN>IT