About Videogame Localisation (9)

 Categoria: Servizi di traduzione

< Ottava parte di questo articolo

I personaggi di Bwana e di Kito sono una riproduzione adattata di alcune maschere africane, rispettivamente della tribù Chowke in Africa occidentale e della popolazione Makonde stanziata in Tanzania e Mozambico. E’ necessario a questo punto non sottovalutare gli aspetti culturali della versione originale e cercare di fornire un testo che si adegui alla resa grafica dei personaggi. Per questo motivo molte delle espressioni formulate da Bwana risultano fortemente amichevoli e cariche di colore, ad evidenziare il personaggio che egli rappresenta, ispirato ad una tribù africana e fortemente legato alla cultura rastafari, a sua volta intrisa di un forte attaccamento alla terra e alla libertà dell’individuo uomo.

A questo punto è possibile stilare un elenco di tre categorie base alle quali il traduttore deve fare sempre riferimento ai fini di ottenere un prodotto accessibile ed efficace:

- riferimenti culturo-specifici (e.g. toponimi, personalità illustri, istruzione…)
- tratti specifici della lingua (e.g. taboo, interiezioni…)
- aree di sovrapposizione tra lingua e cultura (e.g. canzoni, poesie, frasi idiomatiche…)

Riferimenti culturo-specifici
Si tratta di entità tipiche di una e una sola cultura, che possono essere esclusivamente o maggiormente visibili, esclusivamente o maggiormente verbali o al contempo visibili e verbali. Tra le dieci aree identificate da Antonini e Chiaro (2005:39), alcune di queste sono rintracciabili all’interno delle avventure grafiche prese in esame. Ad esempio, nell’espressione tratta da The Journey Down: Chapter One

Matoke: Yup, trusty as heck! Caught me a twelve pound mudyuggler the other day!

Matoke, un vecchio pescatore che passa le sue giornate in simbiosi con la sua canna da pesca, si vanta di quest’ultima asserendo di aver pescato grazie ad essa una ingente quantità di pesce. Nella versione originale, come si può notare, si parla chiaramente di pound, ovvero di libbre e ciò dà luogo ad una serie di incongruenze se consideriamo la possibilità di tradurre il videogioco in italiano; siamo di fronte ad un’area di confronto tra elementi specifici della cultura di partenza ed elementi specifici della cultura di arrivo: se la cultura di partenza, in questo caso anglosassone, ha come unità di misura di peso la libbra, non potrà dirsi la stessa cosa per la cultura di arrivo, ovvero quella italiana, all’interno della quale l’unità di misura di peso sarà il chilogrammo. Di conseguenza, affinché il giocatore italiano possa comprendere il peso specifico del pescato di Matoke, sarà necessaria una conversione non solo in termini linguistici, ma anche in termini matematici. La versione italiana allora reciterà

Matoke: Puoi dirlo forte! Ci ho pescato un fangasio di sei chili l’altro giorno!

Decima parte di questo articolo >

Autrice dell’articolo:
Claudia Mucavero
Titolo/Qualifica: Transcreator
Taranto