Perché gli italiani non parlano inglese?

 Categoria: Le lingue

Ti sei mai chiesto perché così tanti italiani hanno una scarsa conoscenza dell’inglese? Suggerimento: non è quello che pensate …

NOTA BENE: le osservazioni e le riflessioni che condivido in questo post sono basate sul fatto che ho visitato l’Italia diverse volte, nell’arco di 10 anni e ogni volta sono stata ospite di diversi italiani. Come risultato di questi viaggi, ho potuto conoscere italiani di varie parti della nazione, da Nord a Sud, e di diversa estrazione sociale, appartenenti all’elite politica a alla classe operaia.

(1) Scarsa conoscenza dell’inglese – Probabilmente vi aspettate che dica che gli italiani non parlano inglese a causa dei problemi del loro sistema educativo. Potrebbero esserci svariati ipotetici problemi relativi al modo in cui l’inglese viene insegnato nelle scuole italiane, per esempio non ci sono abbastanza insegnanti madre-lingua oppure le lezioni per i bambini iniziano relativamente tardi, in confronto ad altre nazioni.  Pur considerando che questi fattori giochino un ruolo importante nella qualità dell’istruzione che gli italiani ricevono, ciò non significa che il sistema scolastico italiano si trovi nell’Oscurantismo Medioevale e che tutti gli insegnanti d’inglese siano inetti. Piuttosto, il problema dell’Italia è che il sistema scolastico formi studenti che “conoscono” l’inglese, ma non riesce a far sì che essi lo usino. Perché accade ciò?

(2) La cultura del “Il migliore; Oppure niente” – Non devi trascorrere molto tempo in Italia per capire che è un paese con un gusto per l’eccellenza in tutte le cose. Per fare un esempio, se un formaggio verrà prodotto da un italiano, sarà un formaggio eccellente, la madre di tutti i formaggi. Lo stesso vale per tutto ciò che è fatto in Italia, da un umile formaggio a un’auto da corsa. Fondamentalmente, quando gli italiani fanno qualcosa, c’è questo istinto e modo di fare dentro di loro che li spinge a voler essere i migliori in quella cosa. Se non possono esserlo, c’è un forte desiderio di rinunciare completamente per poi fingere che non gliene importi nulla, come se non fosse importante per loro. Quindi, quando applichiamo questo valore o caratteristica al parlare in inglese, possiamo capire che quando gli italiani si guardano intorno e vedono che in Europa  tutti parlano un inglese migliore del loro, questo, ad un livello psicologico profondo, li porta al ragionamento: “Che senso ha fare tutta questa fatica per parlare in inglese, se non sarò mai bravo come un tedesco?” In questo modo evitano la sensazione di frustrazione.

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da Jade Joddle e pubblicato il 16 ottobre 2015 sul sito Speak Well

Traduzione a cura di:
Prof. Mario Costantino – docente I.I.S.S. “S. Pugliatti”
Taormina (ME)