Introversi Vs Estroversi con le lingue (3)

 Categoria: Le lingue

< Seconda parte di questo articolo

Infine, abbiamo bisogno di migliorare la nostra abilità di osservazione. Dobbiamo far caso ai suoni, a come la lingua viene pronunciata. Dobbiamo osservare le parole, le strutture e gli schemi. Fortunatamente, il potenziamento dell’abilità di osservazione avviene attraverso l’esposizione alla lingua. Nella fase iniziale dell’apprendimento di una nuova lingua, l’ascolto e la lettura ripetitivi ci rendono sempre più consapevoli di ciò che accade nella lingua. Gradualmente acquisiamo una maggiore consapevolezza della pronuncia. Notiamo come i pensieri vengono espressi in modelli di discorso che differiscono da quelli a cui siamo abituati.

Generalmente l’osservazione migliora con l’esposizione, ma dobbiamo voler osservare. Dobbiamo essere determinati a osservare. È ovvio che la capacità di osservazione dipende dalla nostra attitudine e dal tempo che dedichiamo alla lingua. Questi tre fattori sono interdipendenti.

Né l’atteggiamento degli apprendenti, né la loro volontà a dedicare abbastanza tempo alla lingua, né la loro attenzione nei confronti della lingua richiedono di essere estroversi. Anche gli introversi possono avere queste qualità.

Se penso ai molti apprendenti di lingua e poliglotti di successo che ho conosciuto alle conferenze poliglotte o attraverso la LingQ community, tra questi ci sono introversi, estroversi e vari gradi di entrambe le personalità. Il fatto è irrilevante. Sia gli introversi sia gli estroversi sono capaci di apprendere le lingue a qualsiasi livello essi vogliano.

Gli estroversi potrebbero voler cimentarsi prima nella conversazione rispetto agli introversi. Forse hanno meno paura di non essere in grado di capire o fare errori. Ciò è un bene. Forse gli introversi sono più timidi, più riluttanti a parlare fino a quando non sono sicuri delle loro abilità. Tuttavia, una volta che hanno acquisito un vocabolario ampio e raggiunto un buon livello di comprensione, svilupperanno la loro capacità di parlare abbastanza rapidamente. Potrebbero parlare sottovoce, con più esitazione, ma in base alla mia esperienza, la loro conoscenza della lingua non sarà inferiore a quella degli estroversi.

Fonte: Articolo scritto da Steve Kaufmann e pubblicato l’8 settembre 2020 sul proprio sito The Linguist

Traduzione a cura di:
Rossella Di Cio
Dottoressa magistrale in Traduzione Specialistica EN,FR>IT