Traduzione e localizzazione delle lingue (2)

 Categoria: Attività legate alla traduzione

< Prima parte di questo articolo

Che abilità sono richieste per lavorare come localizzatore?
Oltre alle conoscenze linguistiche, la traduzione e la localizzazione richiedono molto di più. L’attenzione al dettaglio è essenziale e la precisione del contenuto per il paese di destinazione dipende dal lavoro tradotto. Nella localizzazione la mancanza di cura verso i particolari potrebbe far fallire un progetto, dato che ogni dettaglio inappropriato od offensivo che passa inosservato potrebbe compromettere la forma nella quale si riceve un lavoro e la comprensione da parte dell’utente finale.

Un’altra tra le abilità necessarie è l’attenzione al cliente, soprattutto se si lavora in proprio. È indispensabile comprendere le esigenze che portano allo sviluppo del prodotto o del servizio ed essere capaci di comunicare col cliente in modo efficace per capire completamente ciò che si sta traducendo. È possibile che a volte nemmeno il cliente comprenda appieno come funziona la traduzione o la localizzazione; per questo motivo, richiederà pazienza e comprensione da parte del localizzatore.

Per ottenere veramente successo in questo settore lavorativo, la motivazione è fondamentale. Può sembrare un cliché, ma nella traduzione e nella localizzazione il tempo è denaro. Siccome spesso i traduttori lavorano in proprio o fuori ufficio, farlo in modo efficace ed efficiente massimizzerà la mole di progetti che si potranno portare a termine e, quindi, la quantità di denaro che si potrà guadagnare.

Infine, nella localizzazione è indispensabile che il lavoro sia oggettivo. Occorre tradurre un testo con la massima precisione rispetto al testo originale, tenendo conto ovviamente dell’adeguamento interculturale.

Quali sono le competenze più importanti per questo lavoro?
Le competenze principali per la traduzione e la localizzazione includono la padronanza degli strumenti base della scrittura e di Internet, così come la conoscenza linguistica di almeno due lingue, anche se ciò non significa necessariamente aver frequentato la facoltà di Lingue. Le lauree in Politica, Gestione aziendale, Marketing, Economia e Giurisprudenza si ritrovano tra alcune delle ulteriori carriere lavorative che più traduttori e localizzatori hanno percorso.Ciò non è affatto strano perché significa che possiedono conoscenze specifiche in settori nei quali possono tradurre o localizzare.

Di recente, nel settore della localizzazione,si trovano più posti di lavoro legati al SEO (posizionamento nei motori di ricerca e ottimizzazione degli stessi) e agli scritti in User Experience (testi per migliorare l’esperienza dell’utente nell’interfaccia). Man mano che Internet ha assunto un ruolo chiave nella globalizzazione, essere esperti in tutti questi campi rappresenterà un grande vantaggio nel mondo della traduzione e della localizzazione.

Il portale di lavoro Europe Language Jobs pubblica annunci di posti di lavoro disponibili a livello europeo per traduttori e localizzatori in diversi ambiti e settori. Qui è possibile dare un’occhiata alle offerte attive in più di 30 lingue e in 31 paesi europei, che includono anche opportunità di lavoro da remoto.

Fonte: Articolo scritto da Pablo Muñoz Sánchez e pubblicato il 05 maggio 2020 sul suo blog

Traduzione a cura di:
Dott.ssa Silvia Fusi
Traduttrice freelance
Brescia