@Email my heart (4)

 Categoria: Attività correlate alla traduzione

< Terza parte di questo articolo

Leggenda e Realtà a confronto : il Mito della chiocciola

I :- “Da più punti di vista, approdando al mitologico, la sua carriera si snoda in un percorso lunghissimo che sfocia nella vita reale. Cosa ci può narrare in proposito? ”-

C: -“Beh, ecco…sono un pochino in imbarazzo per il lungo elenco… ma rappresento :

1- l’anello nuziale che unisce uomo e donna, figura simbolo tipica della matematica e dei linguaggi informatici.

2- Definisco gli interruttori di molti elettrodomestici.

3- Mi riferisco alla sezione aurea, che ritorna divinamente in serie e forme spiraliformi matematiche presenti in natura.

4-La simbologia biblica di Alpha e Omega, come Inizio e Fine, mi richiama.

5-Sono simbolo dell’anarchia, come entità prima per i Greci e teoria fisica matematica.

6-Ricordo gli anelli che circondano il pianeta Saturno, anche dio romano dell’agricoltura e dell’abbondanza : ecco spiegato il motivo della mia collocazione nei mercati e nei cicli della natura.

7-Ricordo inoltre Cronos, dio del tempo che mangia tutto cio’ che crea e regola i cicli delle stagioni, in base alla rotazione e rivoluzione dei pianeti, poiché Saturno per i Romani=Cronos in greco.

8- Suggerisco come anello concetti di chiusura,perimetro,separazione tra periferia e centro,labirinto, associati ai problemi e al nodo della nostra Rete; si tratta  di un enigma che però tiene unite le maglie della rete, complicando,intricando, ma allo stesso tempo legando i membri di una relazione sociale.

9-Sono uno dei paradossi della simbologia di Internet, vale a dire una rete che avvolge il globo e separa l’esperienza reale da quella virtuale, estendendo le comunicazioni nello spazio e nel tempo, liberando lo scambio delle informazioni tra le sue maglie.

10-Sono circolare come una ruota, che ricorda i cerchi nel grano, il mistero di Atlantide, sfociato nel labirinto di Cnosso, stilizzato come un cervello, fondamentale per risolvere i problemi della vita. Labirinto non chiuso, ma con due passaggi esterni: una via d’uscita e una d’ingresso.

11-Per navigare nei labirinti della Rete, esplorandoli come in un viaggio tra i continenti, sono come una matassa di filo, una bussola o la rosa dei venti, tipici dell’orientamento su terra e mare, per quest’ultimo sfruttando correnti e stelle come punti di riferimento.

12- Rievocando simboli anche orientali, sono una contraddizione unica,tipica della lotta vitale degli opposti.

Quinta parte di questo articolo >

Articolo a cura di:
Beatrice Brasolin
Interprete e traduttrice EN-FR-DE-ES > IT
Vigevano (PV)