Doppiaggio, lingue e accenti (2)

 Categoria: Attività correlate alla traduzione

< Prima parte di questo articolo

Gli altri in traduzione
Nella traduzione a volte si vince e a volte si perde. Si cerca di perdere il meno possibile, ma non esiste una soluzione unica per tutto né una che accontenti tutti. È questa la realtà. Possono presentarsi dei problemi persino quando si fa riferimento alla propria lingua, il classico «Do you speak English?» («Parli inglese?») in un film statunitense che diventa in spagnolo, in un estremo tentativo di salvataggio, «¿Hablas mi idioma?» («Parli la mia lingua?») o «¿Me entiendes?» («Capisci quello che dico?»).

Un altro problema frequente è tradurre in spagnolo qualcosa che in lingua originale è già in spagnolo. Per esempio, ricordo una soap erotica di alcuni anni fa in cui i protagonisti, statunitensi, scappavano in Messico. La ragazza si sentiva un po’ persa perché non capiva lo spagnolo e il ragazzo faceva da interprete. Il problema era che quella forma di spagnolo era perfettamente comprensibile e la traduzione non avrebbe funzionato. La mia soluzione è stata quella di utilizzare forme dello spagnolo messicano ed espressioni più dialettali che erano difficili da capire per la protagonista. Tradurre è decidere cosa o chi tradire affinché il destinatario della traduzione riceva e usufruisca del prodotto come lo farebbe il destinatario della versione originale.

Senza dubbio, la difficoltà maggiore si presenta quando si deve tradurre un determinato accento. Per fortuna ora disponiamo di molti esempi, alcuni più recenti di altri, di come questi problemi siano stati risolti al cinema e in televisione, cosa che rappresenta un grande aiuto. Ecco qui alcuni illustrati da +Babbel:

[IL TRONO DI SPADE, dal 2011: accenti diversi in inglese; in tedesco parlano un tedesco senza accento; in francese parlano un francese senza accento; in italiano parlano un italiano senza accento; in spagnolo parlano uno spagnolo senza accento]

[MICKEY O’NEIL (BRAD PITT) IN SNATCH – LO STRAPPO (2000): in inglese ha una parlata pikey; in tedesco parla un tedesco farfugliato; in francese parla un francese farfugliato; in italiano usa il gergo gitano; in spagnolo usa il gergo gitano]

[TENENTE ARCHIE HICOX (MICHAEL FASSBENDER) IN BASTARDI SENZA GLORIA (2009): in inglese parla un tedesco con accento inglese; in tedesco parla un tedesco senza accento; in francese parla un francese senza accento; in italiano parla un italiano senza accento; in spagnolo parla uno spagnolo senza accento]

[IL GATTO CON GLI STIVALI (ANTONIO BANDERAS) IN SHREK (2004-2009-2011): in inglese parla un inglese con accento spagnolo; in tedesco parla un tedesco con accento spagnolo; in francese parla un francese con accento spagnolo; in italiano parla un italiano con accento spagnolo; in spagnolo usa il dialetto andaluso]

[ELIZA DOOLITTLE (AUDREY HEPBURN) IN MY FAIR LADY (1964): in inglese parla il cockney; in tedesco parla il dialetto berlinese; in francese usa un accento non meglio definito della classe operaia; in italiano parla un misto di dialetti (pugliese, napoletano, ciociaro); in spagnolo usa un accento della Spagna meridionale, tipico di gente di bassa estrazione e classe operaia]

Terza parte di questo articolo >

Fonte: Articolo pubblicato il 16 agosto 2018 sul blog En la luna de Babel

Traduzione a cura di:
Antonella Leoci
Neolaureata in Specialized Translation
Terlizzi (BA)