Italiano  Spagnolo  Francese  Inglese




 

Traduttore letterario


Esperti nella traduzione dei testi

Sono Giovanni e ho 34 anni. Vivo a Firenze, dove sono nato, e sono uno scrittore e un traduttore letterario. Per la precisione, scrivo dal 1997 e traduco dal 2003. In realtà mi sono laureato in Legge, e mi sono pure preso la lode, ma già da tempo, nel corso degli studi, mi ero reso conto che c'era qualcos'altro che mi "chiamava". E aveva strettamente a che fare con le lingue e la letteratura.

Così ho cercato di realizzare il mio percorso e i miei desideri lavorando sodo, ben consapevole che non sarebbe stato un percorso facile, né veloce. Non ho seguito la "strada maestra" della pratica legale e dell'esame da avvocato o del concorso in magistratura, che mi avrebbe assorbito pressoché tutte le energie e il tempo, impedendomi di realizzare i miei progetti. Per tre anni e mezzo ho lavorato part-time (ma spesso quasi full-time, di fatto) nella segreteria di una scuola di italiano per stranieri, dove mi occupavo dei programmi di lingua e stage per gli studenti stranieri che venivano a imparare l'italiano e volevano fare un'esperienza formativa in un'azienda toscana. E già questo mi ha permesso di migliorare la mia pratica di conversazione in inglese e spagnolo, soprattutto, ma anche in francese e portoghese (le mie attuali lingue di lavoro oltre al polacco, che conosco discretamente e che continuo a studiare).
Spesso, comunque, anche in ufficio traducevo. Nel tempo libero scrivevo e svolgevo alcuni incarichi di traduzione freelance, soprattutto traduzioni letterarie e traduzioni in ambito giuridico-legale. Infatti, anche se non sono diventato avvocato o magistrato, ho comunque seguito un percorso formativo che mi ha preparato in modo ottimale alla traduzione legale.

Poi, nel 2007, spinto dalla passione per la letteratura e per le lingue, ho deciso di fare il "salto" e di mettermi in proprio, dedicandomi in modo particolare alla traduzione letteraria, anche se, a onor del vero, mi è capitato spesso di eseguire traduzioni commerciali, turistiche, storico-artistiche e giornalistiche. Ho affrontato tutti i rischi della situazione, ma direi che nel complesso è andata molto bene. Adesso quello di traduttore letterario è il mio lavoro, insieme a quello di scrittore (ho pubblicato tre saggi sulla letteratura fantastica di J.R.R. Tolkien e sono comparso in alcune antologie di racconti di fantascienza, oltre a collaborare con uno dei più importanti blog letterari collettivi in Italia). Come dicevo, eseguo traduzioni letterarie dall'inglese, dallo spagnolo, dal francese e dal portoghese, e quando serve anche verso l'inglese e verso lo spagnolo. Senza dubbio, in me che non sono laureato in Lingue, quello che ha contato più di tutto è stata la formazione classica, che, con la base offerta dal latino e dal greco, mi ha messo in condizione di affrontare lo studio di qualsiasi lingua (lo vedo adesso col tostissimo polacco). Però anche i tanti viaggi che ho fatto, in Europa e in America, e la piacevolissima consuetudine di frequentare amici di tutto il mondo studenti, soprattutto , a Firenze, insieme alla sensibilità linguistica acuita dalla mia vorace attività di lettore e scrittore. Tutto questo mi ha dato un particolare orecchio linguistico-musicale e una buona rapidità di esecuzione degli incarichi.

Insomma, sono uno scrittore-traduttore per autentica vocazione. Non è semplicemente "qualcosa che faccio".




Traduttore letterario